SharePoint 2010 overview per Developer – parte 1


SharePoint 2010 è stato da poco prensentato al pubblico per la prima volta. Ho deciso di raccontarvi un po’ le novita che saranno presenti in questa release, poichè di sicuro interesse per molti sviluppattori web e, mi aspetto, sempre più nel prossimo fututo.

La beta di SharePoint sarà disponibile a novembre, mentre da poco è già disponibilie la beta 2 di Visual Studio 2010 per i sottoscrittori MSDN.

Per una overview della novità annunciate per SharePoint 2010 leggete il post di Jeff Teper, nei prossimi post cercherò di raccontare le novità più importanti per gli sviluppatori web.

Sviluppo in Windows 7 (x64) e Windows Vista SP1 (x64)

Il nuovo SharePoint 2010 supporterà solo l’archittettura a 64-bit, scelta che va a vantaggio di una maggiore scalabilità del prodotto grazie alla possibilità di sfruttare al meglio la memoria.

La novità più importante è che potrà essere instato, solo a scopo di sviluppo e non per la produzione, su macchine client a 64 bit, in partricolare su Windows 7 e Vista SP1. Potrete installare sia SharePoint Foundation 2010, che SharePoint Server 2010 in locale sulla macchina in cui avete VS 2010.

Setting up the Development environment for SharePoint 2010

  • “Install SharePoint on Windows 7 x64, Windows Vista Service Pack 1 x64, or Windows Vista Service Pack 2 x64”
  • “In any development environment, you should use a computer with an x64-capable CPU, and at least 2 gigabytes (GB) and preferably 4 GB of RAM for SharePoint Foundation, and 6 to 8 GB of RAM for SharePoint Server

Visual Studio 2010 SharePoint Tool

Visual Studio 2010 diventa lo strumento principale per lo sviluppo su SharePoint. Appena installerete  VS 2010 beta 2 troverete molti nuovi template di progetto (oltre che numerosi nuovi project item) per SharePoint 2010. Nella schermata seguente potete averne un’idea:

image

Lo sviluppo per SharePoint con Visual Studio 2010 si semplifica molto, infatti non solo potrete sviluppare su un sistema operativo client una progetto di tipo Visual Web Part, sfruttando l’IDE di Visual Studio 2010, ma di questo verrà creato un SharePoint Solution Package file (file WSP) di cui poi ne verrà fatto anche il deploy sul server.

Oltre ad i template di progetto presenti in Visual Studio 2010 potete anche crearne di nuovi o estenderli grazie alla nuova Visual Studio extensibility API, che vi permette di migliorarne il packaging, la validazione, il deployment, il tutto anche estendendo i nodi del Server Explorer. E’ possibile ad esempio personalizzare il processo di build e deploy fatto da VS 2010 di feault aggiungento eventuali azioni custom e/o rimuovendo quelle di default.

Infatti potete accedere ai sites di SharePoint 2010 direttamente dal Server Exporer e potrete guardare le impostazioni per siti, liste, content type, associazioni di workflow e altri oggetti. Nella figura seguente potete farvi un’idea di come si naviga in SharePoint da Visual Studio.

image

SharePoint Designer 2010

Il nuovo SP Designer è lo strumento per lavorare con SP rivolto ai “Power User”- ma non solo direi- per reallizzare applicazioni con SP 2010. Una volta che la soluzione è stata realizzata questa può essere pacchettizzata in una SharePoint Solution (WSP) per poi essere importata e modificata con Visual Studio 2010.

image

Nella schermata seguente vedete SP Designer come si presenta: il menu di navigazione sulla sinistra dà accesso alle componenti che potete sviluppare dal Designer: libraries, workflows,

content types, data source, entities, site level settings etc.

SharePoint Designer 2010: Workflow

Con il nuovo SP Designer si potrà importare un workflow preparato, per non dire illustrato, da un’ analista usando Visio e si potrà poi dargli vita attraverso uno strumento visuale senza scrivere codice: azioni tipiche dei power users. Il nuovo Workflow potrà essere quindi esportato in un file WSP e successivamente importato in VS 2010.

SharePoint Designer 2010: Business Connectivity Services Design

Il Business Connectivity Services sono l’eveoluzione del BDC, consentendo di esporre in SharePoint tramite le External List dati provienienti da sorgenti esterne allo SP. Lo SP Designer 2010 semplifica la creazione delle entità che rapprenentano questi dati tramite un  wizard che guida verso la creazione di una connessione a servizi WCF, oggetti .NET, Database etc.

Compatibilità

Il nuovo SPD 2010 può essere utilizzato solo con il nuovo SharePoint 2010,  non può essere quindi usato con le precedenti versioni di SharePoint. E’ supportatata però l’installazione side-by-side. Quindi sulla stessa macchina potete installare SPD 2010 e SPD 2007, ma va installata sulla stessa piattaforma x86 o x64, quindi usate la versione x86 di SPD 2010 se instllate side-by-side con SPD 2007, dato che quest’ultima verione è disponibile solom su piattaforma 32 bit.

Developer Dashboard

Nuovo utile strumento di debug, che ci consente di avere utili informazioni su quello che sta succedendo nella pagina: la developer dashboard colleziona informazioni statistiche relative al codice eseguito nella pagina ed eventuali eccezioni.

Può essere abilitata inizialmente così:

stsadm –o setproperty –pn developer-dashboard –pv OnDemand

Può poi essere spenta e/o accessa dalla pagina dello SharePoint.

Link utili


Skip to main content