Windows Azure Step-by-Step. Il nuovo libro di Roberto Brunetti


imageFinalmente è disponibile il nuovo libro su Windows Azure di Roberto Brunetti!

Roberto è stato uno dei primi professionisti della piattaforma Windows Azure fin dalla sua infanzia (sua di Azure, non di Roberto Smile) con il quale soprattutto nell’ultimo periodo abbiamo portato avanti molte attività insieme, dal tour di Windows Azure (Discovery Event), a vari workshop in classe, alla scrittura di alcuni articoli per HTML.it (code snippets) e il percorso formativo Microsoft in italiano (video).

Il libro è denso di esempi (come si addice ad un step-by-step) partendo dalle basi con I Web Roles fino a coprire architetture più complesse tramite l’uso del Service Bus e di ACS (Access Control Service).

Ma I due capitoli che mi sono piaciuti maggiormente sono stati l’8 e l’ 11! Infatti, il capito 8 spiega,con dovizia di particolari, l’uso effettivo dei WCF Data Services e di OData partendo dagli albori (2007) con il progetto Astoria andando poi ad indirizzare scenari comuni alla maggior parte dei progetti quali il filtering dei dati, il sorting, e la paginazione chiudendo il capitolo con esempi pratici anche sugli aspetti di security!

Il capitolo 11 intitolato Application Architecture invece mi è piaciuto, se volete un po’ anche per deformazione professionale Smile, perchè dà una visione più ampia della progettazione per Windows Azure rendendo concrete,codice alla mano, alcune best practices e design patterns inerenti allo sviluppo con il Cloud.

Questa la logica che Roberto ha usato per presentare la piattaforma:

  • Introduction to Cloud Computing
  • Introduction to the Windows Azure Platform
  • Creating a Web Role Project
  • Windows Azure Storage
  • Tables, Queues, and Worker Roles
  • Windows Azure Operating System Details
  • Building an Appfabric Solution
  • WCF Data Services and OData
  • Using SQL Azure
  • Accessing Azure Services from Everywhere
  • Application Architecture

 

Un must per tutti I developers che vogliono prendere confidenza con il Cloud di Microsoft in un approccio “step-by-step”…

Bravo Rob!

–M.

Comments (0)

Skip to main content