Considerazioni dopo il primo WebCast…


E anche questa è fatta!!! Tutti mi dicevano…

“vedrai che non è bello fare i webcast perchè perdi il filo…vedrai” e infatti… 🙂

Allora, mi sono trovato solo in una saletta nel seminterrato deserto di Microsoft con cuffia e microfono, due monitor, una libreria con dei libri di tecnologia del secolo scorso, alcuni poster colorati e la porta chiusa. “3-2-1…quando finisce la musica sei on-line” mi disse una graziosa voce femminile. mi aspettavo una sinfonia di Mozart e invece una musichetta monofonica di 3 secondi e poi… il silenzio…LET’S GO!!!!

La sensazione è strana perchè parli parli parli ma non hai davanti nessuno (ci mancava lo specchio per entrare in un loop infinito)… mi sembrava di essere un deejay della radio 🙂 anche se non facevo dediche…
Alla fine però non è poi così male. Ho perso il filo solo una volta perchè mentre parlavo l’occhio mi è caduto su un volume della libreria dal titolo OLE Automation che ha rievocato in me cari ricordi di un passato fatto di IUnknown e IDispatch…e quindi BADABAM… mi sono impapinato 🙂

Vabbè, veniamo alle varie domande che mi sono pervenute dopo il webcast. Essenzialmente sono di due tipi:

1) Maggiori informazioni sugli scenari distribuiti con gli STS
2) Come implementare queste soluzioni

Per il punto 1 farò qualche post sugli scenari partendo dalle varie domande mentre per il punto 2 tra poco pubblicherò un nuovo percorso formativo per gli sviluppatori sulla sicurezza dove tratteremo (anche) l’implementazione di questi scenari.

–Mario


Skip to main content