Guest post: dotNET{podcast}


Questo post è stato scritto da Roberto Albano, Team Leader in Lynx.

Cos'è dotNET{podcast}

dotNET{podcast} (www.dotnetpodcast.com) è il primo podcast italiano interamente dedicato alle tecnologie Microsoft.

Lo scopo principale è quello è quello di informare, divulgare, incuriosire l'ascoltatore e dargli spunti di riflessione su cui avviare in maniera autonoma degli approfondimenti.

La formula del podcast è quella dell'intervista, in cui ci si trova a chiacchierare sulle tematiche con vari ospiti, tutte persone appassionate ed estremamente disponibili, e con le quali confrontarsi sulle tecnologie per le quali hanno, per lavoro o per passione, una grande esperienza o un particolare interesse.

Quando nasce

L'idea nasce nell'estate del 2014, quindi ormai un anno fa, quando ci si rese conto (io, Antonio Giglio e Massimo Bonanni) che non esistevano podcast tecnici dedicati al mondo Microsoft in lingua italiana.
Questa "grave" mancanza andava colmata ad ogni costo e così avviammo il progetto prendendo spunto da format di successo e già collaudati quali, ad esempio dotNetRocks e HanselMinutes, e modellammo il tutto tenendo conto delle nostre idee e calandolo nel contesto italiano.

La potenzialità dell'iniziativa fu chiara praticamente da subito, infatti prima ancora di partire con qualunque attività, facemmo un veloce sondaggio tra vari MVP ed appassionati (ovvero i potenziali ospiti), e l'idea fu subito accolta con grande simpatia.

In poco meno di un mese (lavorando anche di notte, nel vero senso della parola) si riuscì a partire e nel settembre 2014 pubblicammo la prima puntata, con Massimo Bonanni come primo ospite/cavia.

Da allora ogni lunedì siamo riusciti a produrre sempre una nuova puntata, in alcuni casi anche puntate supplementari di mercoledì.

In poco tempo siamo stati riconosciuti, con grande e sincero orgoglio, quale community tecnica nel circuito delle Microsoft Technical Communities, e questo onore è per noi un vanto oltre che uno sprono per continuare sempre nella divulgazione.

Anche per questo sono nate le puntate "community" (pubblicate appunto di mercoledì) che intendono, di volta in volta, presentare le community tecniche esistenti in Italia (sia locali che nazionali), per promuoverle ulteriormente e far sì che siano conosciute da chi vive nella zona di competenza e non ne conosce l'esistenza o le attività.

Le difficolt

Il progetto, le idee, i vari argomenti, ok… Ma cosa vuol dire fare un podcast?

Senza scendere troppo nel dettaglio, elenchiamo alcune delle fasi necessarie per realizzare ognuna delle puntate che abbiamo pubblicato:

  • Scelta degli argomenti e degli ospiti
  • Contatto dell'ospite
  • Studio dell'argomento e preparazione delle domande
  • Condivisione delle domande con l'ospite per la verifica
  • Pianificazione della puntata
  • Registrazione della puntata
  • Montaggio

Ognuno di questi passaggi, scritto così, sembra poca roba, ma per completare ogni fase ci vuole impegno e, soprattutto, tempo.

E siccome (non so se si era capito) per questi podcast "nessuna ora di lavoro aziendale viene e/o verrà sacrificata", bisogna affidarsi al tempo rimanente, ovvero al tempo libero (in pratica sera e weekend).

Santi subito i nostri familiari, che ci sopportano in questa "insana pazzia" di voler dedicare questo tempo (tanto, spesso troppo) per realizzare un progetto che, tra l'altro, non porta alcun tipo di ricavo, anzi…

Ma noi siamo caparbi, e soprattutto abbastanza folli da continuare ancora, e continueremo finché ce la faremo a reggere i ritmi, anche se sempre più pesanti, di questo (a tutti gli effetti) "secondo lavoro".

Gli obiettivi

L'obiettivo di dotNET{podcast} è tanto semplice quanto ambizioso: essere utile.

La crescita che abbiamo avuto, in termini numerici e di consensi, soprattutto se rapportati alla difficoltà di diffusione dei podcast (sempre erroneamente sottovalutati) ci ha portato a pensare a nuove idee per renderci utili. Quindi, nello stesso tempo a disposizione (sempre meno) abbiamo aumentato le cose da fare.

La prossima idea, che vedrà la luce a brevissimo, sarà una nuova sezione relativa ai "premi" per chi ci ascolta.
Spiego meglio la cosa: in quanto community tecnica, abbiamo a disposizione dei gadget (comunque di valore, ad esempio e-book, subscription per siti tecnici, licenze software ecc.) che ci vengono forniti per gli eventi che le community normalmente organizzano.

Fermo restando che l'idea di un evento non è lontana dal realizzarsi (non a breve termine ma ci saranno sicuramente), intanto abbiamo pensato di mettere a disposizione di chi ci ascolta questi gadget.
Un incentivo in più ad ascoltare le nostre puntate e migliorare il proprio bagaglio di conoscenze, unito piacere di avere allo stesso tempo ricevere un libro tecnico da leggere o una licenza per vedere webcast di grossi esperti internazionali o licenze utile per migliorare, ad esempio, le proprie app mobile con controlli più evoluti.
Insomma oltre ad aiutarvi nella crescita professionale, proviamo a darmi una mano anche con qualche "strumento" di lavoro, e tutto ovviamente in maniera gratuita. E scusate se è poco :-).

I social

Per far conoscere più possibile la nostra community ci siamo affidati ovviamente ai canali social, quindi al nostro account Twitter, al nostro gruppo Facebook e per chi è pigro o "poco social" abbiamo anche una newsletter a cui potersi iscrivervi per seguire le nostre attività e/o le nuove puntate pubblicate.

Per chi invece ha un po' più di dimestichezza con i podcast, abbiamo allestito anche un feed RSS da cui potete alimentare i vostri lettori RSS e/o di podcast per poterci seguire in maniera automatica.

Infine, per chi volesse contattarci direttamente può farlo attraverso la pagina dei contatti del nostro sito.

Insomma, non ci siamo risparmiati per seguirvi e farci seguire, cercando di essere sempre presenti più possibile sui social in modo da poter interagire ancora di più. Dai nostri ascoltatori ci piace sicuramente ricevere complimenti, ma anche e soprattutto suggerimenti, idee, e anche critiche che possano in maniera costruttiva aiutarci a crescere e migliorare.

L'interazione è garantita anche puntata per puntata, infatti in ogni pagina della puntata è possibile inserire commenti e feedback più puntuali.

Gli ospiti

Uno dei fattori di successo del podcast sono stati sicuramente i nostri ospiti, tutti estremamente gentili e disponibili, oltre che ovviamente preparati.

Abbiamo avuto da subito una buona "adesione" e man mano che siamo "cresciuti", abbiamo riscontrato sempre maggiori consensi, sia dagli ascoltatori che abbiamo avuto modo di incontrare agli eventi, ma ancor di più dagli "addetti ai lavori".

Questo ovviamente ci gratifica e ci rende più lieve il duro lavoro che costa ogni puntata, dietro le quinte.

Approfitto di questa occasione, a nome di tutto lo staff di dotNET{podcast}, per ringraziare ancora una volta tutti gli ospiti che sono intervenuti finora (e anticipatamente quelli che verranno) per la loro disponibilità.
Senza di loro, nessuna delle oltre cinquanta puntate pubblicate finora avrebbe avuto lo stesso valore.

Gli argomenti

Arduo ma non troppo scegliere gli argomenti per le puntate. Con l'ampio ventaglio di tecnologie e prodotti Microsoft a disposizione, la scelta è sicuramente facilitata.
In alcuni casi, tuttavia, alcuni degli argomenti scelti sembravano assolutamente inadatti ad essere oggetto di una spiegazione solo verbale.
Ma alla fine, quasi inspiegabilmente, alcune di queste puntate sono state tra le più ascoltate.

Citiamo alcuni esempi:

  • la puntata dedicata a DDD e CQRS con Andrea Saltarello (DDD e CQRS per tutti), parla di argomenti architetturali che, generalmente, vengono trattati durante sessioni tecniche coadiuvate da slide e codice ma che, anche grazie alla particolare capacità dell'ospite, sono stati perfettamente spiegati e sono diventati fruibili anche solo con il "verbo";
  • analogo discorso per la puntata dedicata a NServiceBus di Mauro Servienti che, a dispetto dell'argomento decisamente ostico è stata una delle più seguite e apprezzate;
  • sul fronte dei linguaggi di programmazione, puntate come quella su F# con Alessandro Melchiori (Introduzione a F#) oppure C++ con Marco Arena (Perchè nel 2015 parliamo ancora di C++ ?), sembravano pura follia, e invece sono risultate molto gradite e ascoltate;
  • infine l'argomento del cloud di Microsoft, ovvero Microsoft Azure, di cui abbiamo prima fatto una puntata introduttiva con Vito Flavio Lorusso (Azure for developers), e a cui sono seguite poi altre puntate su funzionalità specifiche, è sembrato un argomento gradito, e su cui sicuramente continueremo a lavorare.

La cosa che, comunque, ci ha sorpreso di più è che la maggior parte delle puntate sono state apprezzate (alcune hanno avuto dei picchi ma non abbiamo avuto puntate particolarmente inascoltate) il che ci conferma che la scelta di un podcast "made in italy" è quella giusta!

Starà a noi, e soprattutto a voi ascoltatori, continuare su questa strada e, se possibile, migliorare ulteriormente.

Per questa estate, scaricate le puntate e portateci con voi, al mare sotto l'ombrellone o al fresco in alta montagna, vi terremo compagnia!

Ci risentiamo a settembre con nuove puntate e iniziative!!!


Comments (0)

Skip to main content