Windows 10 Store


 Durante la Build Conference di San Francisco, oltre a moltissime altre novità, è stato annunciato anche il nuovo Windows 10 Store. In questo post vedremo alcune caratteristiche nel dettaglio.

La prima grande novità riguarda sicuramente i contenuti che potremo trovare all'interno del Windows 10 Store, come potete vedere nell'immagine sottostante: non solo le applicazioni già esistenti per Windows e Windows Phone e le nuove Universal Windows App, ma anche le applicazioni Win32, le Web App, le applicazioni Android e iOS, e presto anche i contenuti multimediali come musica, film e serie TV.

 

clip_image001

 

Il Windows 10 Store è una Universal Windows App: questo significa che sarà in grado di aggiornarsi indipendentemente dal sistema operativo. L'esperienza di utilizzo e ricerca delle applicazioni sarà quindi la stessa su PC e smartphone, migliorando notevolmente la User eXperience per l'utente finale. Lo Store è comunque in grado di riconoscere che tipo di dispositivo si sta utilizzando e, anche sulla base dei regional setting, non permetterà la visualizzazione delle app ache non sono compatibili con il device.

 

clip_image002

 

Personalizzazione dello Store: Machine Learning

Sono state utilizzate tecniche di Machine Learning per migliorare l'esperienza utente, suggerendo le app sulla base delle preferenze e delle scelte precedenti. Il layout è flessibile e programmabile, e si modifcherà a seconda l'utilizzo specifico dell'utente.

Ad esempio, lo Store sarà in grado di suggerire all'utente applicazioni simili a quella che sta cercando, in modo da fornirgli una serie di alternative e permettergli di avere una migliore visibilità di tutte le app presenti sullo Store.

Inotre, il Machine Learning è stato usato anche per raggruppare le review, in modo che siano visibili sempre quelle considerate più utili per aiutare l'utente a decidere se scaricare o meno l'applicazione.

 

Store on Web

All'indirizzo www.microsoftstore.com trovate lo store online dove si acquistano prodotti e software Microsoft, e con Windows 10 verrà introdotta anche la possibilità di acquistare le app direttamente da qui. Ovviamente lo scopo non è quello di sostituire il Windows 10 Store, bensì quello di permettere all'utente di scoprire nuove applicazioni anche dal web.

 

Business Store per Windows 10

Grazie all'introduzione del Business Store, le organizzazioni di qualsiasi dimensione potranno gestire e distribuire le app ai propri dipendenti in maniera semplice ed efficiente, anche su larga scala.

Lo sviluppatore potrà quindi guadagnare in termini di visibilità delle proprie app, che potranno comparire sul Business Store in tutto il mondo e su tutti i tipi di device.

Inoltre, sarà finalmente possibile evitare di utilizzare gli account personali per acquistare le app sui device di lavoro.

 

One Dev Center

Al sito http://dev.windows.com potete trovare la preview del nuovo Dev Center, che avrà un'unica dashboard per le app di tutti i dipositivi. Ecco quali sono le caratteristiche principali del nuovo Dev Center:

 

  • Unica registrazione, che include anche il sistema di Advertising di Microsoft e quindi non sarà più necessare un'iscrizione separata al PubCenter. Inoltre sarà possibile, in futuro, avere account multi-utente, in modo da poter separare le mansioni legate alla pubblicazione delle app secondo le competenze del team.
  • Unica sottoscrizione per tutti i device. Anche le configurazioni di Xbox Live, pubblicità e notifiche push si potranno fare direttamente dal dev center.
  • Store policies: le condizioni per la pubblicazione sono le stesse per tutte le app, e i tempi sono molto rapidi.
  • Novità per permettere agli sviluppatori di mettere in mostra le proprie app e attirare gli utenti, ad esempio tramite il web store e Bing. All'interno delle applicazioni si possono fare campagne per pubblicizzare altre app, ad esempio se lo stesso developer ha sviluppato più applicazioni, potrà usare quelle più scaricate per pubblicizzare le altre
  • Codici promozionali: lo sviluppatore ora ha la possibilità di dare ai clienti codici promozionali per l'acquisto delle proprie app o per l'IAP.
  • Verificare la strategia di marketing grazie agli analytics, che forniscono una serie di utili insight per valutare come viene utilizzata l'applicazione. Un altro elemento importante per permettere al developer di migliorare il rapporto con i suoi clienti world wide è la traduzione automatica delle review, oltre al supporto alle risposte pubbliche per poter comunicare apertamente con gli utenti che utilizzano la sua app.
  • Introdotto anche il supporto ai video di advertising.
  • Infine, anche il pagamento è unico per tutte le app, ed è stata ridotta la soglia per i pagamenti a 25$. In aggiunta, sarà disponibile un report per capire da dove derivano i ricavi, come quello che potete vedere nell'immagine sottostante.

clip_image003

 

Se queste informazioni non vi bastano, potete trovare approfondimenti seguendo i video di Build su channel 9 o leggendo questo blog post.

 

 

Comments (4)

  1. Nicolò says:

    Bellissimo post, molto chiaro e pieno di informazioni utili ed essenziali.

  2. Erica Barone says:

    Grazie Nicolò 🙂

  3. Mario De Ghetto says:

    Quindi se sviluppo un'applicazione, diciamo, in WPF o Windows Forns ecc. posso distribuirla nel Windows Store?

  4. Erica Barone says:

    Nello Store di Windows 10 sarà possibile importare applicazioni Windows "classiche" grazie a Projet Centennial. Se sei interessato ti consiglio di guardare questa sessione di Build: channel9.msdn.com/…/2-692

Skip to main content