Windows 10: prime impressioni e come preparare le proprie app


Il 21 gennaio c'è stata la presentazione di Windows 10 in un evento per la stampa e i blogger negli Stati Uniti, e in quell'evento si è parlato tanto delle novità di Windows 10 più legate al mondo consumer, alla nuova interfaccia capace di passare automaticamente (col consenso dell'utente) dall'utilizzo "classico" con mouse e tastiera ad un utilizzo "tablet".

Si è vista anche la convergenza totale della versione di Windows 10 per i telefoni, con un'interfaccia specifica ottimizzata per schermi di piccole dimensioni (< 8 pollici), ma capace di far girare le stesse Universal App del fratello maggiore (dagli 8 pollici in su).

Poi ci hanno mostrato gli HoloLens, degli occhiali olografici "futuristici" in grado di "mixare" la realtà con i contenuti creati dalle app installate sugli occhiali, che sono un "vero" PC con CPU e GPU autonome e che non richiedono hw di supporto come telefoni o tablet per funzionare.

Infine abbiamo visto anche il Surface Hub, un "tablettone" da 82" con schermo 4K e tutta una serie di strumenti per la collaborazione per i meeting e le attività come i brainstorming.

Qualche giorno dopo abbiamo inoltre annunciato che Windows 10 (nella versione per l'Internet of Things) per la nuova versione del Raspberry Pi 2, disponibile gratuitamente (Windows, non il Raspberry :-D).

 

Cos'hanno in comune tutte queste tecnologie? Che si potranno realizzare Universal App che gireranno su tutte queste piattaforme!

Volete saperne di più... non manca molto a Build 2015!


Comments (0)

Skip to main content