Microsoft alla Maker Faire, Roma 3-5 Ottobre 2014


 

Dal 3 al 5 ottobre a Roma si è tenuta la Maker Faire (www.makerfairerome.eu), conosciuta anche come la "fiera dell'artigianato digitale": gli innovatori del terzo millennio hanno esposto la creatività e l'inventiva dei propri progetti ad un pubblico molto variegato, dal maker per passione, alla grande azienda, allo studente, fino ad arrivare alle famiglie con bambini piccoli.

clip_image001

Microsoft ha partecipato in qualità di sponsor. Per l’occasione, Pranish Kumar ha annunciato il rilascio ufficiale della preview image di Windows per la scheda Intel Galileo Gen 2, che, rispetto alla Intel Galileo di prima generazione, garantisce un miglioramento di prestazioni in termini di GPIO, SPI, I2C e UART.

Si conferma quindi, proprio in occasione della Maker Faire, l’avvicinamento di Microsoft al mondo dei makers, a seguito dell’entusiasmo mostrato per il Windows Developer Program for IoT che è stato lanciato lo scorso luglio ed ha ricevuto un numero di adesioni di gran lunga superiore alle aspettative. Microsoft si allinea ai principi di apertura e collaborazione caratteristici del mondo dei makers, condividendo su GitHub documentazione, implementazioni, progetti di esempio e librerie (per maggiori dettagli consulta il blog post ufficiale).

In particolare, per chiunque abbia appena acquistato una board e voglia cominciare da zero è disponibile gratuitamente l’SDK per la Galileo accompagnata da questa guida precisa e dettagliata per il setup di entrambe le generazioni di board.

Il sito che Microsoft segnala come riferimento per il Developer Program for IoT, indirizzato a makers, studenti e curiosi, è www.windowsondevices.com, mentre le informazioni legate alle opportunità di business che l’Internet of Things può offrire alle imprese, alle potenzialità e alle prospettive di crescita nel futuro si possono trovare al seguente link: www.internetofyourthings.com.

image

Oltre all’annuncio che è stato presentato all’interno dell’auditorium nella giornata di apertura, è stato anche allestito uno stand per le giornate successive, con alcune demo preparate per l'occasione e due startup che partecipano al programma BizSpark, le quali hanno messo in mostra i propri progetti reali, per dimostrare al mondo come l'Internet of Things possa essere visto non solo come un progetto incredibile e stupefacente di cui parlare agli amici, ma anche e soprattutto come un'ottima opportunità di business.

L'affluenza è stata semplicemente impressionante. Il team che presidiava lo stand ha lavorato senza sosta per l'intero weekend, spiegando ai makers come Microsoft si sta avvicinando al loro mondo, raccontando le possibilità che può offrire loro grazie all'esperienza di strumenti di sviluppo come Visual Studio e all'apertura e collaborazione con le altre tecnologie, anche concorrenti.

clip_image002

La domanda più frequente è stata "Ma cosa ci fa Microsoft alla Maker Faire?". La risposta è semplice: lo scopo è quello di aprire le porte ad un nuovo mondo, quello dell'IoT, che ha potenzialità importanti non solo per le grandi aziende, ma anche per chiunque abbia un'idea innovativa e voglia semplicemente provare a concretizzarla. Microsoft vuole fornire tutti gli strumenti e il supporto necessario a chiunque possa contribuire all’innovazione, migliorando la realtà di oggi. Questo è anche lo scopo di programmi come BizSpark e YouthSpark .

clip_image003clip_image004

clip_image006image

Partecipare alla Maker Faire è un'esperienza davvero incredibile, indipendentemente dall'età, dalle competenze, dalle motivazioni per cui si paga il biglietto. Se quest'anno ve la siete persa, prendete subito un appunto sul calendario per l'anno prossimo. Non ve ne pentirete!!

image

Comments (1)

  1. Venetasoft says:

    I <3 IoT !!!! Finalmente la galileo2 😀

Skip to main content